I NOSTRI LAVORI

LAVORI URGENTI DI RISANAMENTO CONDOTTE DI SCARICO DELL’IMPIANTOIDROVORO DI VIA LOVATO IN COMUNE DI LIGNANO SABBIADORO (UD)

COMUNE DI LIGNANO SABBIADORO

I lavori riguardano la riparazione di 5 su 6 condotte di scarico a mare presso il depuratore di Lignano Sabbiadoro UD sito in via Lovato in gestione al CAFC di Udine.
Il sito è composto da una serie di edifici di trattamento ed una centrale operativa; l’intervento sarà limitato al locale pompe ed agli spazi aperti limitrofi occupati dalle tubazioni che sfociano in
laguna.
Le condotte oggetto delle lavorazioni (le tubazioni partono dal locale pompe, oltrepassano l’argine e sfociano nella laguna) sono utilizzate per lo sversamento in laguna di liquidi provenienti dalle condotte fognarie del comune di Lignano (fognatura mista) non completamente trattate dal depuratore, solo ed esclusivamente in caso di forti eventi piovosi.

Durante le operazioni di ripristino due condotte dovranno necessariamente rimanere in esercizio per le ragioni di sicurezza; si potranno effettuare lanci in laguna nonostante il bacino palancolato che al massimo potrà riempirsi per essere poi svuotato dalle pompe.
Le tubazioni risultano interrate a -2.0ml. di profondità, hanno un diametro pari a 1.20-1.10ml, prima di sfociare in laguna si attestano in un manufatto in CA, composto da setti verticali ed una
soletta orizzontale posta sopra le tubazioni. Risultano quasi interamente sottoacqua a seconda dell’escursione di marea. Verso il locale pompe si innestano alle tubazioni in acciaio interne al
deposito con una serie di curve flangiate; in un breve tratto sfociano all’aria aperta attraverso un pozzo di ventilazione.

Nel primo lotto si è proceduto alle seguenti lavorazioni:
· formazione di un palanco lato lungo la laguna al fine di rendere accessibili in sicurezza gli imbocchi alle tubazioni. Tale area è attualmente piena d’acqua in quanto sono stati realizzati dei lanci in laguna dalle tubazioni in occasione di forti piogge;
· pulizia delle condotte e dell’area palancola con la rimozione di fanghi e residui, lavaggio delle condotte ad alta pressione, prove di salubrità dell’aria;
· ripristino della porzione verso l’idrovora, mediante calza in resina di due condotte (n°2 e 3) e fornitura e posa in opera di curve in vetroresina e giunzioni elastiche;

Nel secondo lotto si prevedono le seguenti lavorazioni:
· posizionamento di impianto well-point per il prosciugamento delle aree;
· esecuzione di scavo aperto lungo le condotte, dall’idrovora verso l’argine;
· pulizia del bacino palancolato e pulizia ad alta pressione 300 bar mediante idropulitrice delle condotte mediante canal jet, video ispezione e verifica degli eventuali punti sporgenti all’interno delle condotte, eventuale taglio delle parti sporgenti all’ interno della tubazione che possono ostacolare il relining quali sporgenze, bulloni protezioni dei giunti ecc.
· taglio e smontaggio delle curve delle condotte;
· eventuale rimozione puntuale di alcuni punti sporgenti delle condotte;
· ripristino delle condotte mediante inserimento lato terra verso lato laguna, di calza impregnata in VTR;
· risanamento delle condotte DN1200/1000 in C.A. a mezzo Relining con resina epossidica Il relining della condotta consiste nella realizzazione all’’interno della tubazione danneggiata di un nuovo tubo in materiale composito a base epossidica che assumerà le funzioni idrauliche e struttura li della condotta stessa. La guaina, preformata in base al diametro e alla lunghezza specifica viene impregnata di resina epossidica per mezzo di calandra, avvolta in un apposito tamburo di reversione che verrà posizionato nelle immediate vicinanze della tubazione da risanare per consentire l’inserimento all’interno della tubazione esistente a mezzo di reversione ad aria e polimerizzazione con vapore, in modo da garantire uno spessore uniforme sulla circonferenza.

Category: RISANAMENTI